Le cause che portano alla diarrea, sia essa occasionale o ricorrente, possono essere molteplici:

  • STILI ALIMENTARI E DI VITA SCORRETTI: ciò che si mangia (cibi troppo piccanti o grassi, fritti o troppo ricchi di fibre) e come si mangia (troppo e troppo velocemente) possono influenzare il nostro benessere intestinale e quindi provocare diarrea.
  • VIAGGI: la diarrea è il disturbo che più comunemente colpisce i viaggiatori. Oltre ad acqua o cibo contaminati, gli episodi di diarrea per chi viaggia (soprattutto se si visitano paesi caldi o con condizioni igieniche precarie), possono essere causati dal contatto con nuovi tipi di batteri o parassiti o dal consumo di pietanze particolarmente elaborate e piccanti, estranee dalle proprie abitudini alimentari.
  • SINDROMI INFLUENZALI: la cosiddetta «influenza intestinale» o gastroenterite è una problematica molto diffusa di origine virale o batterica che causa infiammazioni e irritazioni dell’intestino e dello stomaco.
  • IBS (SINDROME DELL’INTESTINO IRRITABILE), DIARREA FUNZIONALE, MALATTIE INFIAMMATORIE INTESTINALI: sono condizioni che tra i loro sintomi presentano diarrea anche ricorrente.
  • INTOSSICAZIONI o INTOLLERANZE ALIMENTARI (a lattosio e glutine)
  • CONDIZIONI DI STRESS: le pressioni quotidiane della vita, impegni lavorativi e scolastici, appuntamenti sportivi importanti possono avere un impatto considerevole sul nostro benessere ed essere una causa che provoca diarrea.
  • ASSUNZIONE DI FARMACI: sono numerosi i farmaci che come effetto collaterale possono indurre diarrea, tra questi i più comuni sono gli antibiotici, ma anche le statine, i lassativi (quando utilizzati a dosaggi elevati), gli antiacidi contenenti magnesio, farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (Ssri).
  • CAMBIAMENTI ORMONALI (CICLO MESTRUALE): durante il ciclo viene rilasciata prostaglandina, sostanza in grado di aumentare la motilità intestinale, provocando diarrea e mal di stomaco.

Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni per l’uso – Aut. Min. del 30/04/2018

Aboca